Ilaria, Alessandro, Pietro e Carlo

Proprio quella domenica di inizio primavera. Proprio quella ricorderete, e riguardandovi ripercorrerete il prima e il dopo dei vostri figli, e tutte quelle giornate di quotidiana vita insieme che tanto vi rendono felici.

Ilaria e Alessandro si sono amati da adolescenti, poi si sono lasciati per un po’ di tempo per poi ritrovarsi da adulti ed essere famiglia. Quella passeggiata sul monte vicino casa l’hanno percorsa innumerevoli volte, da ragazzini, da innamorati, da genitori. Il loro posto magico, depositario di ricordi, speranze, sogni. Alcuni realizzati, altri da realizzare.

Carlo e Pietro sono la vita nata dal loro grande amore e riempiono le loro giornate di gesti, ripetuti e inattesi, di sorpresa, di pace.

Dentro ogni famiglia c’è una storia tutta speciale che aspetta solo di essere raccontata.

 

Corinne, Andrea, Francesco e Federico

La prima volta che ti intrufoli la mattina presto nell’intimità di una famiglia che non conosci provi una strana sensazione, come se stessi violando le regole della buona educazione. Dopo anni abituati ad entrare nelle case, nelle vite, nelle spesso articolate relazioni familiari delle nostre coppie di sposi dovremmo essere pronti anche per queste nuove esperienze. Lo siamo, ma temiamo forse che questo nuovo approccio, questa intera giornata che vivremo insieme spaventi un po’ la nostra famiglia.

E invece no, se c’è dell’imbarazzo si spazza via con una risata, bravi loro! La nostra regola è sempre quella: ignorateci, vivete, siate voi stessi. Si parte, noi nell’ombra e loro alla luce, per raccontare una giornata normale che per certi versi diventerà speciale perché sarà ricordata per sempre.

In fondo ci si guarda dentro tutti quando si è chiamati a ritrarre e a farsi ritrarre. Noi osserviamo le delicate ed emozionanti dinamiche che legano questi genitori ai loro figli -e viceversa- perché rivivano attraverso le nostre fotografie ma questo lavorare su loro ci spinge inevitabilmente a riflettere sul nostro essere genitori, figli, famiglia. Un intreccio di emozioni dal quale non puoi esimerti. Di contro, le nostre famiglie quando scoprono i loro ritratti percepiscono la forza dei sentimenti che li lega l’uno all’altro.

Le fotografie ci emozionano, belle o brutte che siano, vecchie o recenti. Se ci riguardano, ci emozionano.

Le fotografie sono ricordi indelebili ma in un’epoca così tecnologica, dove quotidianamente veniamo a contatto con immagini video o noi per primi facciamo piccoli video ai nostri cari per ricordare un momento particolare, ecco, oggi forse ha più senso che mai immortalare la propria quotidianità anche con un video. Perché quella particolare espressione, le parole dette, gli sguardi che ci scambiamo non vadano mai persi. La fotografia ferma un instante, il video ferma il movimento, lo stare insieme. E sarà bellissimo, per i vostri figli, rivedervi e rivedersi così. Anni dopo.